martedì, Aprile 23, 2024
HomeNewsFiori di nascita di aprile: simbolismo e significato delle margherite e dei...

Fiori di nascita di aprile: simbolismo e significato delle margherite e dei piselli dolci

In epoca romana, la gente credeva che certe cose portassero conseguenze o buona fortuna. Quando si trattava di fiori, fiori particolari sbocciavano in un mese particolare e assicuravano buona fortuna a chi era nato quel mese. E così è nata una sorta di simbolismo e significato per questi fiori natali. Ogni singolo mese ha un fiore di nascita e talvolta ci sono due fiori di nascita associati a ogni mese. Ciò dipende tuttavia dalla cultura e su questo possono esserci disaccordi. Quando si arriva ad aprile, ci sono due fiori di nascita: margherite e piselli dolci. Diamo un’occhiata ai fiori di nascita di aprile: il simbolismo e il significato delle margherite e dei piselli dolci.

Tutto sulle margherite

È interessante notare che il fiore nazionale dei Paesi Bassi è la margherita, anche se molte persone pensano che sia il tulipano. È anche il fiore nazionale della Danimarca.

©iStock.com/tamara_kulikova

La margherita (Bellis perennis) è un fiore perenne che può crescere fino a otto pollici di altezza. Sebbene possano avere fiori diversi, la maggior parte di essi ha occhi gialli e petali bianchi. Le margherite si possono trovare nei prati e nei giardini, ma anche nei prati e perfino ai bordi delle strade. Questi fiori sbocciano da marzo a settembre.

Origine delle margherite

Si ritiene che il re Enrico VIII d’Inghilterra mangiasse margherite per curare le sue ulcere allo stomaco.

©Carol La Rosa/Shutterstock.com

Originaria dell’Europa e dell’Africa, la margherita fa parte della famiglia degli aster (che comprende anche i girasoli ed è per questo che sono così simili). Gli egiziani usavano la margherita per scopi medicinali. Alla fine, i tè venivano preparati con le margherite per curare vari disturbi medici. Il nome margherita deriva dalle parole “occhio del giorno” perché il fiore si apre durante il giorno e si chiude di notte. La margherita è stata anche un nome femminile comune in vari paesi tra cui Inghilterra e Messico (dove è Margarita).

Simbolismo e significato delle margherite

Ci sono molte cose che le margherite significano e simboleggiano, tra cui l’innocenza e la purezza.

©Brandt Bolding/Shutterstock.com

Nel corso del tempo, la margherita ha rappresentato tante cose. Ogni cultura ha una rappresentazione distinta di ciò che significa per loro la margherita. Ad esempio, nella cultura celtica, gli dei mettevano delle margherite sulla tomba di un bambino per rendere felici i genitori. I romani credevano che la margherita rappresentasse la ninfa Belide, che si trasformò in una margherita perché voleva fuggire da Vertumno. Anche la mitologia norrena ha una storia tutta sua sulla margherita, che è il fiore della dea norrena Freyja (è la dea dell’amore, della bellezza e della fertilità).

Le margherite simboleggiano la purezza e l’innocenza, motivo per cui sono state a lungo associate al vero amore, ai bambini e alla maternità. Anche l’Inghilterra vittoriana credeva che le margherite simboleggiassero l’amicizia che poteva raccontare segreti senza dirlo a nessuno.

A proposito del pisello dolce

Esistono più di 100 tipi di piselli dolci al mondo e possono essere anche di molti colori.

©Anna Derewacz-Czuprynska/Shutterstock.com

Come molti mesi dell’anno, anche aprile ha due fiori portafortuna. L’altro è il pisello odoroso (Lathyrus odoratus). Sembra verde, ma in realtà il pisello odoroso è viola, rosa, bianco o altri colori simili. Questi fiori sono annuali e amano il sole. Possono crescere fino a 10 piedi di altezza e possono essere fiori da giardino, ma crescono anche in natura. Il pisello odoroso fiorisce solitamente per tutta la primavera e anche in estate e in autunno. Inoltre il pisello odoroso è profumato, ecco perché in latino “odorato” significa profumato.

Origine dei piselli dolci

Pisello dolce perenne

Henry Eckford, un vivaista scozzese e allevatore di piselli odorosi, è conosciuto come il padre del pisello odoroso.

©Slawinka/Shutterstock.com

La storia del pisello odoroso è affascinante. Il monaco Franciscus Cupani scoprì il fiore in Sicilia nel 1695. Ne donò poi i semi a vari orticoltori di tutta Europa per garantirne la piantagione in tutto il continente. Alla fine si trasferirono in America e nel resto del mondo. Ma fu nel 19° secolo che il pisello odoroso fu sviluppato con maggiore attenzione per creare più colori. Questi fiori divennero così popolari che fecero parte di una mostra nell’Inghilterra vittoriana nel 1901. In effetti, il pisello odoroso era il fiore preferito della regina Giuliana dei Paesi Bassi.

Simbolismo e significato dei piselli dolci

Il pisello odoroso è un fiore profumato e popolare che significa varie cose in diverse culture.

©Tony Baggett/Shutterstock.com

Il pisello odoroso simboleggia molte cose e dipende dalla cultura cosa potrebbe significare il fiore bello e profumato. In Francia, ad esempio, il fiore era comunemente usato come regalo per le spose in procinto di sposarsi. Si credeva che portasse loro fortuna quel giorno e il matrimonio. I piselli dolci significano anche gratitudine e gentilezza, ed è un buon fiore da regalare ai tuoi amici. Infine, il fiore significa anche arrivederci o auguri ed è un buon fiore per ringraziare per l’ospitalità di qualcuno mentre si parte.

RELATED ARTICLES

Più Popolare