martedì, Aprile 23, 2024
HomeFoxQuando le volpi hanno bambini?

Quando le volpi hanno bambini?

La sequenza temporale esatta in cui le volpi hanno i bambini dipende dall’area e dalla specie. Le volpi nascono tipicamente tra febbraio e aprile.

La maggior parte delle volpi si accoppia nei mesi invernali da dicembre a febbraio. Quindi, la femmina ha un periodo di gestazione di 52 giorni. Successivamente, dà alla luce da 1 a 6 cuccioli. Questo fa nascere la maggior parte dei cuccioli nei primi mesi primaverili.

Tuttavia, ci sono circa 12 specie di volpi nel mondo e tutte hanno modelli di accoppiamento diversi. Pertanto, non tutti i cuccioli di volpe potrebbero nascere in questo momento. La maggior parte delle volpi sono monogame, il che significa che si accoppiano per tutta la vita.

Di seguito, esamineremo da vicino quando la maggior parte delle volpi si accoppia e partorisce. Discuteremo anche dei primi anni di vita dei cuccioli di volpe, incluso il luogo in cui sono nati.

Fox Den con madre volpe e kit di volpe
Le volpi nascono tipicamente tra febbraio e aprile.

©Geoffrey Kuchera/Shutterstock.com

Stagione degli amori delle volpi

La maggior parte delle specie di volpi si accoppia nei primi mesi invernali da dicembre a febbraio. Le volpi si accoppiano per tutta la vita, quindi non devono fare molto lavoro accoppiarsi dopo aver trovato un partner. Tuttavia, le volpi possono partecipare alla poligamia o alla promiscuità, specialmente quando la popolazione è molto densa.

Tuttavia, questo non tende a influenzare esattamente Quando le volpi si accoppiano.

Le volpi partoriranno ogni anno, di solito dopo aver raggiunto la maturità sessuale e aver trovato un compagno. La volpe (volpe femmina) diventa ricettiva all’accoppiamento da uno a sei giorni durante la stagione degli amori. Questa è una finestra di tempo molto piccola. Il tod (volpe maschio) la proteggerà e la seguirà ovunque durante questo periodo.

Se qualche maschio si avvicina alla volpe, li respingerà. L’effettivo processo di accoppiamento può essere piuttosto rumoroso e scomodo per le volpi, quindi potrebbero essere sentite urlare o fare un putiferio da molto lontano. Tuttavia, queste urla potrebbero essere il modo in cui le volpi comunicano durante il processo.

Coppia di volpe rossa che interagisce nella foresta con uno sfondo di alberi di abete rosso e un terreno di muschio bianco nel loro ambiente e habitat.  Immagine della volpe.  Immagine.  Ritratto.  Foto.
Le volpi si accoppiano per tutta la vita, quindi non devono fare molto lavoro accoppiarsi dopo aver trovato un partner.

©Rejean Aline Bedard/Shutterstock.com

Il periodo di gestazione

Dopo l’accoppiamento, la volpe rimarrà incinta per poco meno di due mesi. Inizierà a cercare una tana adatta per partorire e crescere i suoi piccoli. Queste tane sono chiamate “tane natali”. La volpe non vivrà sempre nella stessa tana; ne viene prodotto uno nuovo ogni anno solo per i bambini.

Di solito, questa tana è una tana sotterranea che protegge la famiglia dai predatori e dalle intemperie. La volpe può scavare la sua tana o usarne una abbandonata creata da un altro animale.

La volpe rivestirà la tana con erba, pelliccia e altri materiali per la nidificazione. Mangerà anche più del solito per aumentare le sue riserve di grasso per l’allattamento.

Il periodo medio di gestazione della volpe è di circa 52 giorni. Tuttavia, può variare leggermente (proprio come quello di un essere umano).

Una volpe rossa incinta che si sdraia e lecca la neve
Il periodo medio di gestazione della volpe è di circa 52 giorni.

©Christopher MacDonald/Shutterstock.com

La nascita dei cuccioli

Una volta che la primavera arriva, la femmina partorirà da 1 a 6 cuccioli in primavera. Di solito, questo è tra la fine di febbraio e l’inizio di maggio. Il numero di cuccioli dipende da diversi fattori, tra cui la specie, l’età della madre e la disponibilità di cibo.

I cuccioli nascono ciechi, sordi e completamente indifesi. I loro occhi non si aprono per 10-15 giorni, ma anche allora non vedono molto bene.

I cuccioli devono fare affidamento sulla madre per il cibo, che proviene dal latte. La volpe allatta i cuccioli fino a quando non hanno circa quattro settimane. A questo punto, i cuccioli inizieranno ad ogni cibo solido catturato dai genitori.

Il compito principale del padre è portare il cibo nella tana e proteggerlo dai predatori. La femmina rimane con i cuccioli per la maggior parte del tempo.

Una femmina di volpe selvatica allatta i suoi giovani cuccioli di volpe nei sobborghi del Colorado.
I cuccioli devono fare affidamento sulla madre per il cibo, che proviene dal latte.

©BlueBarronPhoto/Shutterstock.com

La dispersione dei cuccioli

I cuccioli rimangono con i genitori da sei a nove mesi, anche se questo può variare a seconda del luogo e della specie. Durante questo periodo, i cuccioli imparano tutto ciò di cui hanno bisogno per sopravvivere nel loro ambiente, tra cui cacciare, evitare i predatori e difendersi dalle altre volpi.

Spesso le volpi si legheranno con gli altri nel loro gruppo.

Tuttavia, i bambini diventeranno lentamente più indipendenti. Dopo alcuni mesi, dovranno affrontare la decisione di lasciare o rimanere nel loro raggio d’azione. Le volpi tendono a disperdersi quando raggiungono la maturità sessuale, o anche prima. Ma alcune volpi si disperderanno prima o dopo.

La dispersione si verifica raramente prima che la volpe abbia 26 settimane. Tuttavia, alcune volpi possono aspettare fino a quando non hanno più di un anno per disperdersi. Non sappiamo esattamente perché alcune volpi se ne vadano prima di altre, potrebbe dipendere dalla disponibilità di risorse.

La dispersione è un affare pericoloso per una volpe. Devono affrontare terreni sconosciuti, predatori ed essere completamente soli. Le volpi tenteranno di accoppiarsi dopo la dispersione, il che può ridurre il rischio. Tuttavia, questo richiede del tempo e nel frattempo la volpe deve sopravvivere da sola.

Le volpi possono stabilirsi molto vicino ai loro genitori o possono viaggiare a miglia di distanza.

I maschi tendono a lasciare il loro habitat natale prima delle femmine. Non sappiamo esattamente perché questo è. Potrebbe essere un meccanismo naturale per ridurre la consanguineità.

Le femmine tendono a rimanere piuttosto vicine al loro raggio d’azione. Potrebbero anche restare entro it se ci sono risorse sufficienti per sostenerli. A volte, le femmine a breve distanza coopereranno e si sosterranno a vicenda.

Tuttavia, la dispersione basata sul sesso non è una regola fissa per le volpi. Gli studi hanno scoperto che a volte le femmine hanno maggiori probabilità di disperdersi rispetto ai maschi, o può essere completamente casuale.

RELATED ARTICLES

Più Popolare