sabato, Febbraio 24, 2024
HomePlantsCura succulenta in autunno: tutto ciò che dovresti sapere

Cura succulenta in autunno: tutto ciò che dovresti sapere

Continua a leggere per vedere questo fantastico video

Man mano che le giornate si accorciano e le temperature scendono, molte piante si avvicinano al loro periodo dormiente: le piante grasse non fanno eccezione. Questo rende l’autunno il momento perfetto per iniziare ad adattare la routine di cura delle piante e preparare le piante grasse per l’inverno.

Ecco alcune delle migliori pratiche per la cura succulenta in autunno.

Cura succulenta in autunno: rinvasare se necessario

Piante grasse e cactus in diversi vasi di cemento sullo scaffale bianco.
Le piante grasse sono ottime piante per principianti perché sono resistenti e richiedono poca manutenzione.

©Julia Karo/Shutterstock.com

La primavera è il momento migliore per rinvasare una succulenta. Tuttavia, se la tua pianta ha registrato un’enorme crescita durante l’estate, potrebbe aver bisogno di un vaso più grande.

Il rinvaso di una pianta grassa durante l’inverno può scioccare la pianta durante il suo periodo dormiente e causare danni. Invece, considera di rinvasare la tua succulenta durante l’autunno prima che entri in letargo.

Alcuni segni comuni che dovresti rinvasare la tua succulenta includono:

  • Radici che si estendono oltre il vaso: se le radici strisciano fuori dal fondo o raggiungono i lati, è tempo di migliorare.
  • La mancanza di luce solare spesso causa legginsità o stiramento. Tuttavia, può anche significare radicarsi in piccoli vasi dopo il periodo di crescita.
  • Scolorimento: questo indica un problema con la succulenta. Pulire il terreno e rinvasarlo in un vaso nuovo potrebbe aiutare a correggere il problema prima dell’inverno.
  • Tempo: se la tua pianta grassa non è stata rinvasata da due anni, è tempo di un terreno fresco e ricco di sostanze nutritive.

Se la tua pianta grassa non presenta nessuno dei segni sopra elencati, ritarda il rinvaso fino alla primavera.

Monitorare la temperatura

La temperatura inizierà a scendere durante l’autunno. Se la temperatura scende troppo velocemente o la tua pianta grassa è esposta al freddo, lo shock potrebbe ucciderla.

Assicurati che le tue piante grasse siano lontane da finestre piene di spifferi. Mentre il davanzale soleggiato della finestra potrebbe essere stato l’ideale durante l’estate, le correnti d’aria non rilevate potrebbero rappresentare un problema in autunno.

Se hai messo le tue piante grasse in vaso fuori per l’estate, prendi in considerazione di portarle di notte.

È anche importante essere consapevoli del posizionamento della succulenta all’interno della tua casa. Se stai accendendo la fonte di calore, evita di posizionare le tue piante grasse troppo vicino a prese d’aria o caloriferi. La fluttuazione della temperatura potrebbe scioccarli.

L’umidità è anche una preoccupazione durante l’autunno. In alcuni climi, l’autunno è più umido dell’estate (soprattutto nelle regioni con la stagione degli uragani). L’umidità in eccesso può bagnare le piante grasse e portare al marciume radicale o alla crescita di funghi.

Al contrario, l’utilizzo di una fonte di calore secco come l’aria forzata potrebbe assorbire troppa umidità dall’aria. Prendi in considerazione il monitoraggio dei livelli di umidità interna e assicurati che lo spazio intorno alle piante grasse sia compreso tra il 40 e il 50%.

Inizia a ridurre la frequenza di irrigazione

Innaffiare le piante grasse con un flacone spray
È meglio diminuire gradualmente la frequenza di irrigazione delle piante grasse con l’avvicinarsi dell’inverno.

©Ilina Yulia/Shutterstock.com

Con l’avvicinarsi dell’inverno, le piante grasse si preparano per il loro periodo dormiente. Durante questa fase, utilizzano meno energia e deprioriscono la crescita. Ciò significa che le tue piante grasse avranno bisogno di meno acqua per sopravvivere.

È meglio diminuire gradualmente la frequenza di irrigazione. Inizia ad aggiungere alcuni giorni tra un’annaffiatura e l’altra, controllando il pollice superiore del terreno per assicurarti che sia completamente asciutto prima di aggiungerne altro. A seconda del tipo di pianta grassa, il programma dovrebbe estendersi a circa tre settimane tra un’annaffiatura e l’altra in inverno.

Le piante grasse piacciono Sedu, EonioE Sansevieria sperimentare una dormienza estiva e potrebbe richiedere più acqua durante l’autunno. Controlla il loro terreno una volta alla settimana per evitare l’immersione durante il periodo di crescita.

Di norma, è meglio immergere le piante in modo graduale nella dormienza piuttosto che innaffiarle eccessivamente.

Monitorare l’esposizione alla luce

Dovrai anche monitorare l’esposizione alla luce man mano che le giornate si accorciano. Sebbene le piante grasse dormienti richiedano meno illuminazione rispetto alle piante grasse attive, hanno comunque bisogno della luce solare per sopravvivere.

Prendi in considerazione l’idea di spostare le tue piante grasse su una finestra esposta a est o sud per ottenere una maggiore esposizione al sole in autunno. Controlla le tue piante grasse per segni di allungamento o altri indicatori che hanno bisogno di più luce.

Durante il tardo autunno, vale la pena accendere una luce di coltivazione per alcune ore la sera.

Metti in atto la protezione antigelo

Le piante grasse non amano temperature inferiori a 16 °C. Tuttavia, alcune varietà resistenti al freddo possono sopravvivere all’aperto nei climi invernali più caldi che subiscono ancora il gelo.

Se la tua zona è soggetta al gelo, proteggi le tue piante grasse con la tela da imballaggio. È meglio essere proattivi e farlo prima che il primo gelo notturno ti sorprenda e uccida le tue piante grasse.

Fai attenzione ai parassiti

L'olio di neem è abbastanza efficace nel liberare le piante grasse dai parassiti.
L’olio di neem è abbastanza efficace nel liberare le piante grasse dai parassiti.

©iStock.com/Ninetechno

I parassiti di tutte le forme e dimensioni tendono a cercare un posto caldo dove stare durante l’autunno. Mentre stai combattendo topi o mosche, le tue piante potrebbero combattere con cocciniglie, cocciniglie e acari.

Metti da parte un po’ di tempo ogni settimana per cercare segni di parassiti sui tuoi insetti. In genere, puoi pulirli con acqua tiepida e sapone per i piatti. Se non viene rilevato durante l’inverno, potrebbe essere necessario ricorrere ai pesticidi per salvare la pianta. È meglio essere proattivi quando sono in gioco le tue piante grasse.

RELATED ARTICLES

Più Popolare