giovedì, Maggio 23, 2024
HomeMammalsCapibara

Capibara

Classificazione ed evoluzione dei capibara

Il Capibara è un grande roditore semi-acquatico che si trova nelle regioni acquitrinose dell’America centrale e meridionale. Strettamente imparentato con altri roditori sudamericani come cincillà e porcellini d’India, il Capibara è il roditore più grande del mondo, pesa fino a 75 kg e misura quasi 1,4 metri di lunghezza. Nonostante le loro enormi dimensioni, i capibara sono animali che si sono adattati bene alla vita nell’acqua e hanno una serie di caratteristiche distintive che aiutano il loro stile di vita anfibio, inclusa la pelle palmata tra le dita dei piedi che è particolarmente utile durante il nuoto. È interessante notare che si pensa che il nome comune del Capibara significhi “Maestro delle erbe”, mentre il suo nome scientifico deriva dalla parola greca per porco d’acqua.

Anatomia e aspetto del capibara

Il Capibara è un animale pesante e dall’aspetto tozzo con una testa e un muso corti rispetto al suo corpo e quasi senza coda. Hanno arti corti ma robusti e artigli simili a zoccoli sulle dita dei piedi che, insieme alla cinghia, aiutano il Capibara sia durante la negoziazione delle sponde scivolose che nel nuoto e impediscono anche al Capibara di affondare troppo in profondità nel fango circostante. La loro pelliccia corta e ruvida è di colore da marrone chiaro a marrone scuro con varie sfumature di giallo, rosso e grigio ed è perfettamente progettata per asciugarsi rapidamente una volta che il Capibara è tornato a terra. Una delle caratteristiche più distintive del Capibara è il fatto che i suoi occhi, orecchie e narici sono tutti posizionati sopra la sua testa, il che significa che hanno ancora una vista, un suono e un olfatto eccellenti mentre sono nell’acqua. Il posizionamento di queste caratteristiche significa anche che, se minacciato, il Capibara può ritirarsi in acqua solo lasciando queste parti del suo corpo esposte per nascondersi da potenziali predatori.

Distribuzione e habitat dei capibara

Il Capibara è un animale che si trova in una varietà di habitat nell’America centrale e meridionale, a condizione che vi sia una fonte costante di acqua dolce stagnante. Si trovano a Panama, Colombia, Venezuela e Perù, attraverso il Brasile e il Paraguay e nell’Argentina settentrionale e in Uruguay, dove si trovano più comunemente nelle paludi, nelle paludi, nei fiumi e nei laghi. Il Capibara può essere trovato abitante nelle pianure erbose e anche nelle foreste pluviali dove occupano territori in branchi, con queste aree segnalate come territori adeguati tutto l’anno anche con le diverse stagioni. Durante la stagione secca i Capibara devono avere acqua e aree dove potersi nutrire (spesso piccoli banchi di sabbia nell’acqua), ma nella stagione delle piogge quando la zona allaga devono ancora poter pascolare come spesso fanno sugli argini erbosi .

Comportamento e stile di vita dei capibara

Il Capibara è un animale molto socievole che tende ad abitare in aree densamente vegetate vicino all’acqua in branchi di circa 20 individui, che di solito sono costituiti da un maschio dominante con un certo numero di femmine e dai loro piccoli. Le mandrie di capibara occupano aree domestiche molto stabili che sono note per variare di dimensioni a seconda delle dimensioni della mandria per garantire che ci sia abbastanza cibo e, sebbene piccole parti del loro territorio possano sovrapporsi a quelle di un’altra mandria, tenderanno a cacciare gli intrusi dai loro toppa. Il Capibara infatti dorme pochissimo, preferendo invece sonnecchiare mentre riposa al mattino nei boschetti sulle sponde, o sguazzando nel fango e nell’acqua quando si rinfresca sotto il caldo sole di mezzogiorno. Cominciano ad emergere sulla terraferma in prima serata quando pascolano su erbe e piante acquatiche, cosa che il Capibara continuerà a fare per gran parte della notte.

Riproduzione dei capibara e cicli di vita

In una mandria di Capibara è solo il maschio dominante che ha i diritti di riproduzione sulle femmine e, sebbene possa verificarsi tutto l’anno a seconda delle condizioni, la stagione riproduttiva tende ad essere durante le piogge di aprile e maggio. Dopo un periodo di gestazione che dura circa cinque mesi, la femmina di Capibara partorisce da 1 a 8 cuccioli a terra. I capibara giovani sono molto ben sviluppati alla nascita e non solo hanno tutto il pelo e possono vedere, ma sono anche in grado di correre, nuotare e tuffarsi entro poche ore dalla nascita. La femmina si unisce al gruppo principale entro poche ore con la sua prole appena nata, che inizia a mangiare erba dopo circa una settimana (sebbene continueranno a succhiare il latte dalla madre fino all’età di circa quattro mesi). Il Capibara tende a vivere fino a 10 anni in natura e leggermente più lungo se tenuto in cattività.

Dieta e preda dei capibara

Il Capibara è un animale erbivoro che si nutre solo di materia vegetale per acquisire tutti i nutrienti di cui ha bisogno. La dieta del Capibara è composta principalmente da erbe e piante acquatiche, insieme a frutti e bacche e occasionalmente sgranocchiando la corteccia morbida degli alberi. Nonostante trascorrano diverse ore durante il pascolo notturno, il Capibara è piuttosto esigente con circa il 75% della sua dieta che coinvolge da tre a sei diverse specie di piante. Come tutte le altre specie di roditori, i loro due denti anteriori crescono continuamente per tutta la vita, il che significa che devono rosicchiare e masticare il cibo per macinarlo, cosa che fanno avanti e indietro piuttosto che da un lato all’altro. Sono anche noti per rigurgitare il cibo per masticarlo di nuovo (proprio come una mucca) e anche per mangiare i propri escrementi che aiutano ad abbattere la cellulosa nell’erba, oltre ad aiutare il loro sistema digestivo in generale.



Capibara predatori e minacce

Nonostante le grandi dimensioni e la natura acquatica riservata di questo grande roditore, la loro disposizione lenta e gentile li rende un pasto gratificante per numerosi predatori affamati in tutto il loro areale naturale. I gatti selvatici tra cui giaguari, puma e ocelot sono i principali predatori del capibara insieme a caimani e aquile che possono cacciare i più giovani dal cielo sopra. Il Capibara è anche una delle migliori fonti di cibo per il serpente più pesante del mondo, l’Anaconda, insieme ad altre specie di serpenti di grandi dimensioni. Il Capibara è anche cacciato dagli umani in alcune parti del suo areale naturale sia per la sua carne che per la pelle che è apprezzata da alcuni. Sebbene la popolazione globale di Capibara non sia considerata minacciata, il numero in queste aree è diminuito. La perdita di habitat colpisce anche le popolazioni di Capibara attraverso l’America centrale e meridionale poiché sono specificamente adattate alla vita nella loro natura selvaggia e acquosa unica.

Capibara Fatti e caratteristiche interessanti

Il capibara non si allontana mai dall’acqua poiché quando si avverte un pericolo emette una breve corteccia che incoraggia la mandria a precipitarsi rapidamente nell’acqua per nascondersi. Sono così ben adattati a non essere visti nell’acqua che il Capibara è effettivamente in grado di trattenere il respiro per un massimo di cinque minuti dopo l’immersione. Sebbene le mandrie di Capibara tendano ad avere una media compresa tra 10 e 30 individui, i gruppi più grandi non sono rari con una certa numerazione fino a 100 membri negli home range generalmente più grandi di quelli dei gruppi più piccoli. È noto che i capibara comunicano tra loro usando sia l’odore (che è secreto dalle loro ghiandole) che il suono e hanno una serie di vocalizzazioni diverse tra cui fischi, latrati, grugniti e strilli.

Capibara Relazione con gli esseri umani

A causa della loro natura lenta e generalmente gentile, gli umani hanno vissuto pacificamente accanto a Capibara per centinaia di anni. Scopri qui gli animali selvatici più amichevoli del mondo. Tuttavia, potrebbero non essere animali aggressivi, ma vengono spesso uccisi in alcune aree per la loro carne e pelle, il che ha portato a un calo della popolazione in queste regioni. Il Capibara è stato anche influenzato dall’attività umana nelle loro regioni native in generale, inclusi sia la crescita di insediamenti umani che lo sgombero dei terreni per l’agricoltura. È in queste aree in particolare che quando non c’è un’adeguata fornitura di cibo disponibile, è noto che alcuni capibara entrano nei campi coltivati ​​dove possono causare molti danni e possono essere visti come parassiti.

Stato di conservazione del capibara e vita oggi

Oggi, la popolazione di Capibara in tutto il Centro e Sud America rimane abbastanza stabile ed è perché sono ancora comuni in gran parte del loro areale naturale, che il Capibara è elencato come a rischio minimo per l’estinzione nei loro ambienti naturali nel prossimo futuro da la Lista Rossa IUCN. Il numero della popolazione in alcune aree, tuttavia, è diminuito a causa della caccia e altre sono interessate dalla perdita del loro habitat naturale sia a causa della deforestazione che dell’aumento dei livelli di inquinamento delle acque.

(Domande frequenti)

I capibara sono erbivori, carnivori o onnivori?

I capibara sono erbivori, nel senso che mangiano le piante.

A quale regno appartengono Capibara?

I capibara appartengono al regno animale.

A quale phylum appartengono i Capibara?

I capibara appartengono al phylum Chordata.

A quale classe appartengono i Capibara?

I capibara appartengono alla classe dei mammiferi.

A quale famiglia appartengono i Capibara?

I capibara appartengono alla famiglia dei Caviidae.

A quale ordine appartengono i Capibara?

I roditori appartengono all’ordine Rodentia.

A quale genere appartengono i Capibara?

I capibara appartengono al genere Hydrochoerus.

Che tipo di copertura hanno i Capibara?

I capibara sono ricoperti di pelliccia.

Dove vivono i Capibara?

I capibara vivono nell’America centrale e meridionale.

In che tipo di habitat vivono i Capibara?

I capibara vivono in una fitta vegetazione vicino all’acqua dolce.

Quali sono alcuni predatori di Capibara?

I predatori di Capibara includono giaguari, caimani e aquile arpie.

Qual è la dimensione media della cucciolata per un Capibara?

La dimensione media della cucciolata per un Capibara è 5.

Qual è un fatto interessante su Capibara?

I capibara sono eccellenti sia per le immersioni che per il nuoto.

Qual è il nome scientifico del Capibara?

Il nome scientifico del Capibara è Hydrochoerus hydrochaeris.

Qual è la durata della vita di un Capibara?

I capibara possono vivere da 8 a 10 anni.

Quante specie di Capibara ci sono?

Ci sono 2 specie di Capibara.

Qual è la più grande minaccia per il Capibara?

Le maggiori minacce per il Capibara sono la caccia e la perdita dell’habitat.

Qual è un altro nome per il Capibara?

Il Capibara è anche chiamato il maiale d’acqua.

Quanto è veloce un Capibara?

Un Capibara può viaggiare a velocità fino a 22 miglia orarie.

Qual è la differenza tra un capibara e una nutria?

Ci sono molte differenze tra un capibara e una nutria. I capibara sono molto più grandi delle nutrie, mentre le nutrie hanno lunghe code.

Qual è la differenza tra un capibara e un vombato?

La principale differenza tra un capibara e un vombato è che un vombato è un marsupiale mentre un capibara è un grande roditore. I vombati scavano anche tunnel, mentre i capibara si divertono a trascorrere la loro vita nell’acqua.

I capibara sono buoni animali domestici?

I capibara sono buoni animali domestici perché…

RELATED ARTICLES

Più Popolare