sabato, Febbraio 24, 2024
HomeNewsBaobab africano e cipresso di Montezuma: 5 differenze tra questi giganteschi giganti

Baobab africano e cipresso di Montezuma: 5 differenze tra questi giganteschi giganti

Tra gli imponenti alberi giganti, il baobab africano e il cipresso di Montezuma sono due esempi formidabili. Forse non ti viene in mente nulla quando pensi a entrambe le specie. Se confondi i due tipi di alberi, sei nel posto giusto. Immergiamoci nelle differenze chiave in modo che tu possa non solo individuarle, ma anche spiegarle a chiunque sia curioso.

Baobab africano

Baobab (Adansonia digitata) albero, Kaokoveld, Namibia

Il baobab più antico aveva più di 2.000 anni prima che la catastrofe climatica in corso lo uccidesse.

©imageBROKER.com/Shutterstock.com

Il baobab africano è una specie dal tronco a forma di botte che conduce una vita insolitamente lunga. Sono la radice e l’ancora di salvezza degli habitat in cui vivono. Un altro nome per il baobab è “Albero della Vita”. Gli individui più anziani di solito hanno tronchi cavi risultanti dalla fusione di più steli nel tempo.

Cipresso di Montezuma

Il cipresso di Montezuma è l’albero nazionale del Messico.

©WikiMedia – Licenza

Un altro tra gli imponenti alberi giganti è il cipresso di Montezuma. La specie ha anche un tronco spesso e tende a condurre un ciclo di vita arboreo medio. Gli alberi sono importanti per la fauna selvatica nei loro habitat sia come rifugio che come nutrimento. Il nome nahuatl dell’albero è āhuēhuētl che si traduce approssimativamente in “vecchio uomo dell’acqua” o “tamburo nell’acqua”. Il cipresso di Montezuma mostra raramente ginocchia di cipresso comuni ad altre specie.

Le cinque differenze tra questi giganteschi giganti

Entrambi gli imponenti alberi giganti sono rispettati nelle loro culture locali.

Prima di approfondire le differenze, i cambiamenti climatici stanno danneggiando sia i baobab africani che i cipressi di Montezuma. Molti dei più grandi e antichi baobab africani stanno morendo o sono già morti. Ciò è dovuto al furto di terre coloniali e all’avidità capitalista. Le intense siccità dovute all’accaparramento delle risorse coloniali e capitaliste hanno lasciato i cipressi di Montezuma morire in massa.

Tassonomia

Babab del Dorsland

Grootboom, un albero di 2.100 anni in Namibia, era uno degli alberi più antichi del mondo

.

©Kareen Broodryk/Shutterstock.com

La prima differenza tra questi imponenti alberi giganti è nei nomi. Le basi dei loro nomi comuni sono completamente uniche, baobab contro cipresso. Anche la classificazione scientifica è diversa. La distinzione inizia nel Clade poiché il cipresso di Montezuma sta sotto le Gimnosperme mentre il baobab africano sta sotto le Angiosperme poi negli Eudicoti ed infine nei Rosidi. Il nome scientifico del baobab africano è A. Digitata e per il cipresso di Montezuma lo è T. mucronatum.

Habitat

Il cipresso di Montezuma cresce lungo i fiumi e le paludi.

©Plants Society – Licenza

Entrambi gli imponenti alberi giganti crescono in diverse parti del mondo. Sebbene entrambi gli alberi si adattino bene durante i periodi di siccità, il cipresso di Montezuma cresce tipicamente vicino a specchi d’acqua in gruppi. Il baobab africano, invece, cresce solitario nella savana. Inoltre, il cipresso di Montezuma è originario del Messico e di parti del Guatemala, degli Stati Uniti e del Belize. In alternativa, il baobab africano cresce in tutta l’Africa continentale.

Forma

albero di baobab

Gli alberi di baobab prosperano nei climi caldi.

©Ragulina/Shutterstock.com

Sebbene entrambi gli imponenti alberi giganti abbiano tronchi spessi e molti rami, le forme sono distinte. Il baobab africano ha un tronco liscio e largo che generalmente si divide solo una o due volte. I rami sono concentrati in alto, simili ai broccoli. Di solito sporgono direttamente dal bagagliaio. Il cipresso di Montezuma, invece, ha un tronco ruvido e largo che solitamente non si divide. I rami sono grandi, allungati e solitamente si torcono e si curvano.

Fogliame

l’Arbol del Thule, un cipresso di Montezuma, ha il tronco d’albero più robusto del mondo.

©Flickr – Licenza

Sia il baobab africano che il cipresso di Montezuma hanno foglie che li aiutano ad assorbire acqua e sostanze nutritive. Il baobab africano sfoggia un sottile strato di lunghe foglie. Queste foglie sono commestibili e si presentano come composti palmati. In confronto, il cipresso di Montezuma vanta uno spesso strato di foglie verdi o color ruggine. Sono disposti a spirale e disposti su due file orizzontali.

Stagionale o sempreverde

Frutto di baobab o Adansonia digitata su piatto, polpa e polvere, supercibo sull'isola di Zanzibar, Tanzania, Africa orientale.  Avvicinamento

I frutti del baobab possono essere trasformati in una varietà di piatti gustosi.

©OlegD/Shutterstock.com

Sia il baobab africano che il cipresso di Montezuma vivono tutte le stagioni dell’anno. Si adattano diversamente a seconda del periodo. Il cipresso di Montezuma è un sempreverde che non perde mai le foglie. Il baobab africano perde le foglie durante la stagione secca, che può durare circa otto mesi all’anno (più a lungo con i cambiamenti climatici).

Inoltre, il baobab africano produce fiori, cosa che il cipresso di Montezuma no. I fiori del baobab compaiono sia nella stagione secca che in quella umida. I boccioli rotondi hanno punte a forma di cono. Di solito vengono prodotti singoli e pendono all’estremità di un gambo. I fiori si aprono per una notte prima di marcire e cadere. Inoltre, l’albero del baobab produce frutti commestibili.

RELATED ARTICLES

Più Popolare